Skip to main content

Storia

Storia

L’area industriale Ribes di Colleretto Giacosa è frutto di una scelta contenuta nello schema del Piano Territoriale del Comprensorio di Ivrea del 1979 la cui attuazione fu demandata ai Piani Regolatori Intercomunali e/o Comunali.

In quegli anni l’area era occupata dal solo Centro Ricerche Biomediche R.B.M. (Istituto di Ricerche Bio Mediche Antoine Marxer – oggi Merck) realizzato tra gli anni 1970-72 dall’Arch. Eduardo Vittoria.

Il complesso nel tempo ha subito significativi ampliamenti e trasformazioni, ma conserva ancora oggi in alcuni edifici tratti riconoscibili dell’impostazione iniziale.


A fine anni Ottanta il Comune di Colleretto Giacosa avvia la pianificazione dell’area industriale e in questi anni il dott. Silvano Fumero, direttore di R.B.M. propone di realizzare in Canavese un parco scientifico e tecnologico per le biotecnologie e le Scienze della Vita.


“Nelle nostre intenzioni questa zona deve diventare un polo di ricerca dalle potenzialità enormi. (…). Per promuovere il Canavese occorre la volontà di confrontarci con le realtà che sono in competizione, comparare come siamo e come sono gli altri, essere capaci di esaltare i nostri vantaggi competitivi (…)”.


Leggi di più/Read more

[cool-timeline layout=”horizontal” category=”timeline-stories” skin=”default” designs=”design-6″ show-posts=”40″ order=”ASC” items=”” icons=”NO” story-content=”full” date-format=”M Y” based=”default” autoplay=”false” autoplay-speed=”3000″ start-on=”0″]

Silvano Fumero

Saluzzo 1946; sotto l’inconfondibile sagoma del Monviso è nato Silvano Fumero, che quella città se l’è sempre portata nel cuore anche quando ha dovuto lasciarla. Si trasferì infatti presto a Torino dove, terminati gli studi nell’Istituto chimico (dove, per pagarsi l’università, poi insegnò), si laureò in Scienze Biologiche nel 1970 con una tesi sulla Titolazione potenziometrica delle Beta-gammaglobuline e specializzandosi in Parassitologia. All’università conobbe anche Diana, che diventerà sua moglie e madre dei suoi tre figli: Cecilia, Luigi e Alice. Con loro si allontanò ancora di più da Saluzzo, trasferendosi nel Canavese: nel 1971 infatti incominciò la sua carriera di ricercatore presso l’Istituto di Ricerche Marxer fondato da Silvia Olivetti (RBM) di Colleretto Giacosa. Leggi di più/Read more

Spazi di comunità

Spazi per incontri